Il saggio ripercorre la storia della tenuta agraria organizzata attorno al castello di Ponte Poledrano, la più vasta e produttiva della famiglia Bentivoglio durante la signoria, mettendo in luce la dimensione economica e simbolica legata al ruolo dei suoi mulini da parte del signore cittadino, per poi seguirne le vicende dopo l'esilio di Giovanni II fino al recupero operato dalla proprietà Pizzardi all'inizio del secolo XX.

Tra mulini e canali. L'azienda agricola di Ponte Poledrano da Giovanni II Bentivoglio a Carlo Alberto Pizzardi

DURANTI, TOMMASO
2006

Abstract

Il saggio ripercorre la storia della tenuta agraria organizzata attorno al castello di Ponte Poledrano, la più vasta e produttiva della famiglia Bentivoglio durante la signoria, mettendo in luce la dimensione economica e simbolica legata al ruolo dei suoi mulini da parte del signore cittadino, per poi seguirne le vicende dopo l'esilio di Giovanni II fino al recupero operato dalla proprietà Pizzardi all'inizio del secolo XX.
Il castello di Bentivoglio. Storie di terre, di svaghi, di pane tra Medioevo e Novecento
143
163
T. Duranti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/103020
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact