A nord della Sardegna, affacciato sul golfo dell'Asinara, Castelsardo, conosciuto anche come il “Nido d'aquile”, accoglie lo sguardo del visitatore con la possente verticalità della sua struttura urbana. L'antico borgo medievale, il “Quartiere”, arroccato sulla sommità del promontorio cittadino e protetto dalla “cinta delle muraglie”, ospita ancora oggi la sede e l'intensa attività della Confraternita dell'Oratorio di Santa Croce. A partire almeno dal XVII secolo, così ci dicono i documenti, la Confraternita è stata protagonista di un fondamentale ruolo sociale espresso nei canti polivocali che ne definiscono tuttora la funzione e la peculiarità. Momento culminante della vita confraternale è il Lunissanti, articolata processione del ciclo pasquale della Settimana Santa castellanese, nel quale la forza arcana dei cori cadenza e anima l'incedere dei misteri della Passione di Cristo e dei fedeli. Un resoconto della Settimana Santa di Castelsardo così come è stata osservata nell'aprile del 2007: già più volte studiata secondo le prospettive dell'etnomusicologia, la Settimana Santa di Castelsardo è invece testimoniata, in queste pagine, come fenomeno performativo considerato nella sua più ampia variabilità semantica.

La Settimana Santa di Castelsardo

CASARI, MATTEO
2008

Abstract

A nord della Sardegna, affacciato sul golfo dell'Asinara, Castelsardo, conosciuto anche come il “Nido d'aquile”, accoglie lo sguardo del visitatore con la possente verticalità della sua struttura urbana. L'antico borgo medievale, il “Quartiere”, arroccato sulla sommità del promontorio cittadino e protetto dalla “cinta delle muraglie”, ospita ancora oggi la sede e l'intensa attività della Confraternita dell'Oratorio di Santa Croce. A partire almeno dal XVII secolo, così ci dicono i documenti, la Confraternita è stata protagonista di un fondamentale ruolo sociale espresso nei canti polivocali che ne definiscono tuttora la funzione e la peculiarità. Momento culminante della vita confraternale è il Lunissanti, articolata processione del ciclo pasquale della Settimana Santa castellanese, nel quale la forza arcana dei cori cadenza e anima l'incedere dei misteri della Passione di Cristo e dei fedeli. Un resoconto della Settimana Santa di Castelsardo così come è stata osservata nell'aprile del 2007: già più volte studiata secondo le prospettive dell'etnomusicologia, la Settimana Santa di Castelsardo è invece testimoniata, in queste pagine, come fenomeno performativo considerato nella sua più ampia variabilità semantica.
199
9788849131741
M. Casari
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/102248
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact