L'arte giapponese tra Biopop e "Universo liquido"