Lucio Cocco è Cooresponsabile Nazionale di questo Progetto di Ricerca che ha lo scopo di consentire a diversi Gruppi di ricerca, da anni impegnati nello studio dei meccanismi di trasduzione del segnale che modulano proliferazione e differenziamento di popolazioni staminali che, a seguito di mutazioni, danno origine a vari tipi di tumori, sia emopoietici che solidi, di concorrere alla messa a punto di strategie terapeutiche basate sull’impiego di specifici inibitori di vie di trasduzione del segnale. In particolare i gruppi di ricerca si caratterizzano per la loro multidisciplinarietà, che ha però come elemento comune lo studio delle vie di trasduzione del segnale che portano alla generazione, crescita, autorinnovamento e differenziamento delle cellule staminali. Questo Progetto di Ricerca contribuirà alla comprensione dei meccanismi molecolari che, tramite specifiche vie di trasduzione dei segnali, inducono il mantenimento delle capacità proliferative di cellule staminali a fenotipo maligno nelle leucemia acuta linfoblastica-T, nelle sindromi mielodisplastiche, nella leucemia mieloide acuta, nei tumori mammari, e negli osteosarcomi. L’identificazione di tali bersagli molecolari per specifici inibitori degli effettori delle vie di traduzione del segnale coinvolti costituisce parte integrante di questo progetto e costituisce l'obiettivo primario che si intende raggiungere, allo scopo di ottimizzare l'uso terapeutico delle cellule staminali.

Cellule staminali tumorali: vie di trasduzione del segnale quali bersagli di potenziali terapie

COCCO, LUCIO ILDEBRANDO
2010

Abstract

Lucio Cocco è Cooresponsabile Nazionale di questo Progetto di Ricerca che ha lo scopo di consentire a diversi Gruppi di ricerca, da anni impegnati nello studio dei meccanismi di trasduzione del segnale che modulano proliferazione e differenziamento di popolazioni staminali che, a seguito di mutazioni, danno origine a vari tipi di tumori, sia emopoietici che solidi, di concorrere alla messa a punto di strategie terapeutiche basate sull’impiego di specifici inibitori di vie di trasduzione del segnale. In particolare i gruppi di ricerca si caratterizzano per la loro multidisciplinarietà, che ha però come elemento comune lo studio delle vie di trasduzione del segnale che portano alla generazione, crescita, autorinnovamento e differenziamento delle cellule staminali. Questo Progetto di Ricerca contribuirà alla comprensione dei meccanismi molecolari che, tramite specifiche vie di trasduzione dei segnali, inducono il mantenimento delle capacità proliferative di cellule staminali a fenotipo maligno nelle leucemia acuta linfoblastica-T, nelle sindromi mielodisplastiche, nella leucemia mieloide acuta, nei tumori mammari, e negli osteosarcomi. L’identificazione di tali bersagli molecolari per specifici inibitori degli effettori delle vie di traduzione del segnale coinvolti costituisce parte integrante di questo progetto e costituisce l'obiettivo primario che si intende raggiungere, allo scopo di ottimizzare l'uso terapeutico delle cellule staminali.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/101290
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact