La preghiera secondo Origene: l'impossibilità donata