L’immagine del ‘campione’ nella costruzione giornalistica