Indagine su una possibile differenza semantica dei lemmi: "spazio" e "luogo" nelle arti visive, e in particolare nella immagine prospettica e nella decorazione planare. Il contributo analizza alcune peculiarità della pitturadel XVII secolo in merito a problemi di illusione mimetica con particolare riferimento ad esempi spagnoli, inferendo la problematicità concettuali di talune soluzioni visuali. Al contempo si cerca di definire la diversa natura topologica dell'ornato planare, nela sua indecidibile immaterialità e nel suo farsi superficie.

Finzione e verità: spazi equivoci e luoghi decorativi.

Gian Luca Tusini
2020

Abstract

Indagine su una possibile differenza semantica dei lemmi: "spazio" e "luogo" nelle arti visive, e in particolare nella immagine prospettica e nella decorazione planare. Il contributo analizza alcune peculiarità della pitturadel XVII secolo in merito a problemi di illusione mimetica con particolare riferimento ad esempi spagnoli, inferendo la problematicità concettuali di talune soluzioni visuali. Al contempo si cerca di definire la diversa natura topologica dell'ornato planare, nela sua indecidibile immaterialità e nel suo farsi superficie.
Lo spazio e i luoghi. Cultura materiale, storia religiosa, patrimonio.
63
93
Gian Luca Tusini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/793497
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact