Armidoro, Oristeo e altri principi giardinieri sulle scene dell’opera veneziana nel Seicento