Diritto e giustizia sociale: l’egualitarismo liberale tra diseguaglianze “giuste” e “ingiuste”