Vicende di due manoscritti emiliano-romagnoli prodotti dall’atelier di Bartolomeo Zanetti